Come abbiamo raccontato nei nostri articoli precedenti, al centro dei nostri pensieri c’è sempre la traduzione. La traduzione però, che sia in formato cartaceo o digitale, deve essere formattata per essere leggibile e appetibile al lettore. Di tale compito si occupa il settore del Desktop Publishing.

Il termine Desktop Publishing, che in italiano si potrebbe tradurre letteralmente con “editoria da scrivania” o “editoria personale”, è un procedimento che si serve di un computer e di determinati programmi al fine di formattare, impaginare e creare il layout, cioè l’organizzazione grafica, di testi, brochure, documenti in PDF, e anche siti web. Il Desktop Publishing consiste dunque nell’assemblaggio ordinato di elementi digitali in uno specifico formato di stampa. Nella pratica, si utilizzano specifici programmi di impaginazione e di grafica. Il risultato di tale assemblaggio potranno essere, ad esempio, brochure e testi multilingui, localizzati ad hoc per essere spendibili nel mercato estero (per maggiori informazioni in merito, vi rimandiamo ai nostri articoli sull’internazionalizzazione e sulla localizzazione).

Il termine Desktop Publishing, che in italiano si potrebbe tradurre letteralmente con “editoria da scrivania” o “editoria personale”, è un procedimento che si serve di un computer e di determinati programmi al fine di formattare, impaginare e creare il layout.

Perché è importante che le aziende si servano di esperti di Desktop Publishing?

Qualsiasi azienda che vende un prodotto o un servizio e decide di raggiungere un pubblico sempre più vasto, anche all’estero, deve trovare un modo appetibile per attirare l’attenzione dei propri futuri clienti, soprattutto disponendo le informazioni che vuole trasmettere in modo chiaro e ordinato. Il Desktop Publishing, servendosi di software dedicati, riesce a combinare testo e grafica e realizza documenti dedicati alla stampa. Per le aziende è di estrema importanza avere brochure, schede tecniche e altro materiale in versione multilingue e ben impaginata, già pronta per la distribuzione ai clienti esteri e, soprattutto, per aumentare la propria clientela in Italia e all’estero.

Qualsiasi azienda che vende un prodotto o un servizio e decide di raggiungere un pubblico sempre più vasto, anche all’estero, deve trovare un modo appetibile per attirare l’attenzione dei propri futuri clienti, soprattutto disponendo le informazioni che vuole trasmettere in modo chiaro e ordinato.

È importante, in questo senso, differenziare il Desktop Publishing dal Graphic Design. Quest’ultimo, infatti, è volto alla realizzazione di loghi, illustrazioni, poster, locandine, dunque viene impiegato per la comunicazione strettamente visuale.

Noi a OLEXICA, oltre a essere traduttori e interpreti professionisti, abbiamo studiato e siamo in grado di applicare anche le nozioni fondamentali del Desktop Publishing e possiamo pertanto fornirvi testi tradotti e impaginati, già pronti per la distribuzione. È parecchio conveniente rivolgersi a un unico professionista per la parte di traduzione e quella grafica, no? Facci sapere cosa ne pensi nei commenti.

L.G.

Fonti:

Bear, J. H., Desktop Publishing. Chiarire l’argomento., in Base Grafica, 28 maggio 2011

Redazione, Che cosa è Desktop Publishing, in Wondir.it, 31 dicembre 2010